05/12/2014
IL PRE GARA DI ALEX FINELLI

Le parole di Alessandro Finelli prima del match contro la Centrale del Latte Brescia. “Vorrei parlare esclusivamente di basket: mi piacerebbe che per sostenere il gruppo di italiani domenica ci fosse tanta gente al palazzetto e vorrei partire dalle immagini della gara con Casalpusterlengo, dalle emozioni vissute quella domenica, dalle emozioni del post partita condivise con quegli appassionati di Forlì presenti. Da allora per noi non è cambiato niente, è la terza settimana che i ragazzi si allenano con sei giocatori più un paio di Juniores come Saletti e Criveto. Siamo pronti come fatto nelle ultime due occasioni a dare tutto quello che abbiamo con passione dignità e rispetto per tutti i tifosi nella speranza che tutto si ricomponga per poter procedere nella giusta maniera. Giochiamo contro una squadra tosta come Brescia, in questo momento la seconda forza del campionato dopo Verona e insieme a Torino. Giocano con grande fiducia nei propri mezzi e scioltezza in attacco e oltre a due ottimi americani può vantare un asse play pivot italiano solidissimo per questa lega: Fernandez e Cittadini. Da questa solidità nasce la fluidità della loro pallacanestro. Noi oltre ad essere in pochi abbiamo Brighi che da molto tempo è stato fermo e i problemini fisici di Saccaggi e Bruttini ci hanno limitato ma saranno recuperabili per domenica. C’è preoccupazione perché le notizie di penalizzazione e partenza di Abbott non sono certo positive.

Ringrazio Ty Abbott: abbiamo conosciuto una splendida persona, al di là delle capacità tecniche che ha mostrato, è stato uno dei cestisti americani più seri che abbia mai allenato e mi auguro di allenarlo di nuovo in futuro e ho apprezzato le belle parole scritte sui social a testimonianza che il gruppo era speciale e che avrebbe fatto di tutto per rimanere”.